Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/130

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Viaggio. 133

feroci Ruintoni mi fa drizzare i capegli, grondar freddo sudore, rabbrividire così davvero, come s’io stesso dovessi essere arrostito e mangiato da quella canaglia.

Quand’io ho pianto, e fatto all’amore, abbastanza, cerco qualche poeta, e parto di nuovo per un altro mondo.