Pagina:Viaggio attorno alla mia camera Manini 1824.djvu/60

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Viaggio. 63

bil bestia e la mia, oppure favor del caso; — ma io non credo al caso — tristo sistema, — vôta parola, che non significa nulla. — Crederei piuttosto al magnetismo; — crederei piuttosto al martinismo; — al caso non potrò credere mai.

Le relazioni fra le due bestie son tali, che quando io metto i piedi sopra il camminetto per pura distrazione, e l’ora del pranzo è ancor lontana, sì ch’io non vi penso per nulla, Rosina, presente a quell’atto, discopre con un leggier movimento di coda il suo piacere, mentre la distrazione la tiene al suo posto, di che l'altra accorgendosi, gliene sa grado. Quindi ha luogo fra esse un dialogo muto, di cui ambidue ignorano la causa; un contraccambio di sensazioni aggradevolissime, che non può assolutamente attribuirsi al caso.