Pagina:Viaggio sentimentale di Yorick (1813).djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

SENTIMENTALE 11

gasse cortesemente, che ingiuria m’avesse mai fatto? — e perchè mai l’avessi trattato a quel modo? — Avrei dato venti lire per un avvocato — ti sei portato pur male! dissi a me stesso — ma esco appena a fare i miei viaggi; imparerò modi migliori andando innanzi.


VI. LA DÉSOBLIGEANTE1

CALAIS


Per altro l’uomo malcontento di sè comincia a sentirsi ottimamente disposto a un contratto; e questo è pure un compenso. Or il viaggio lungo la Francia e l’Italia sottintende di necessità la carrozza — onde io, poichè la natura suole spronare i suoi figliuoli che si provvedano, me ne andava alla volta della rimessa a comperarmi o noleggiare ciò che mi potesse fare a proposito; quando in un cantuccio di quel cortile una vecchia désobligeante mi diè nell’occhio alla prima; e senza star a pensare v’entrai: nè la mi parea dissonante da’ miei desiderj; e dissi al ragazzo che mi chiamasse monsieur Dessein — ma monsieur Dessein, padrone dell’hôtel, era a’ vespri: e perchè d’altra parte non mi giovava d’affacciarmi al mio

  1. Calesse chiuso capace d’una sola persona.