Pagina:Vita del glorioso martire s. Secondo (1823).djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
 
27


stettero sepolte fino all’anno 931, nel qual tempo furono miracolosamente ritrovate nel Duomo d’Asti dal Vescovo Bruningo, e trasportate nell’antica Chiesa fabbricata fin dai primi secoli di nostra religione dalla pietà degli Astesi, come narra il Galizia nelle vite de’ Santi del Piemonte, detta per antonomasia Chiesa del Santo, il che ancora di presente chiaramente espresso si vede nell’iscrizione posta nella Cattedrale sopra la porta laterale della Chiesa dove dice: