Pagina:Vita del glorioso martire s. Secondo (1823).djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
 
 
33


voto del Santo, il quale, venendo da Portacomaro, vide sopra la Chiesa della Collegiata moltissimi splendori, e tratto da così insolita luce venne in Città prima del giorno, e fu anche egli spettatore.

Di buon mattino si portò di nuovo il Vescovo alla Collegiata, e vedendo il gran concorso del popolo, ordinò che si chiudesse lo scurolo, lo che non si potè adempire attesa la gran folla di gente, che era andata a venerare il Santo, e sparsasi in breve tempo la nuova del successo corsero dalle terre circonvicine i popoli, seco loro conducendo degli infermi, che al comparire sulla soglia dello scurolo ricuperarono la loro primiera salute, e diedero animo ad altri di recarvisi a cercare sollievo, e guarigione alle loro più invecchiate malattie, e fu cosa assai notabile, mentre che dalla sera dei 28 agosto sino alli 22 novembre furono ridotti negli atti pubblici molti riguardevoli miracoli, cioè tre persone date per morte, che furono resti-

 
 
C