Pagina:Vita di Dante, Petrarca e Boccaccio.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Dante chiarissimo poeta trasse origine da Roma, secondochè pare, lui volere in alcun luogo indicare; ma ripeteva il principio della sua schiatta da un certo Eliseo della famiglia dei Frangipane, come taluni per inventerata opinione rapportano. Firenze, che fu da molto tempo pria fondata dai militi di Silla, sia da Attila Re degli Unni, sia da Totila Re dei Goti, confuso per la somiglianza di amendue i nomi, è certo che al tutto, o in parte, comunque ciò fosse, sia stata distrutta. La quale l’inclito Carlo Re dei Franchi assai egregiamente avea rifabbricato tre cento anni dopo la sua rovina, se da Attila, dugento se da Totila questa ne venne; e Carlo già godevasi nome di Magno per la grandezza delle sue imprese.

In questo tempo che risorgea Firenze, un certo Eliseo giovane Romano più di ogni altro egregio, si racconta, essersi colà trasferito. Imperciocchè questo romano giovinetto, è incerto, se si fosse portato ad abitare la città rinascente con molti altri Romani coloni, sia fuggendo le moltiplici, e quasi