Pagina:Volpini - 516 proverbi sul cavallo.djvu/112

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86 Proverbi sul cavallo.

vallo in man a un frate, le son cose strapazzate, ed i lombardi:

On usell in man a on fiiœu,
On cavali a on barchirœu,
Ona dona a on desperaa,
Hin i rob pu strapazaa.

Questo proverbio ci insegna che ogni cosa deve esser fatta a suo posto ed a suo tempo. La ragazza in mano ad un vecchio.... non richiede commento; quanto al cavallo in mano a un frate, è da osservare che se nelle storie dei secoli passati occorrono frequenti nomi di ecclesiastici battaglieri, a cavallo di superbi destrieri, modernamente l’opinione è al tutto contraria all’idea di cavallo e di uomo di chiesa stretti in connubio. Ad ogni momento difatti sentiamo dire di un ronzino: è un cavalluccio da prete; ad un cavallo che trotticchia sconnesso o stentatamente: ha un trotto da prete; ed al veder taluni cavalieri mal sicuri in sella, si usa dire: cavalca come un parroco.

49. Tira più un capello di donna che sei cavalli.

L’intromissione di una bella donna in un affare, è uno dei più potenti mezzi per condurlo a buon fine. Questa è storia vecchia e troppo provata dall’esperienza. Dalla miseranda fine di Sansone pel fatto di Dalila, dalla famosa rovina di Troia avvenuta per causa della bella Elena, a venire fino ai giorni nostri, s’incontrano cento e cento nomi di donne, per causa delle quali divennero proverbiali le ruine, le morti cagionate in seguito a loro intromissione.