Pagina:Wallace - Ben Hur, 1900.djvu/363

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



LIBRO SESTO





Forse è la Morte? o due forse ven sono?
Morte è compagna a quella donna forse?
Terrea nel volto e d’un color simile
A quel che il viso de i lebbrosi imbianca
l’incubo ell’era tra vita e tra morte
che il sangue all’uom di lento gelo agghiaccia.

Colervidge. Il vecchio marinaio.





CAPITOLO I.


Gli avvenimenti che adesso narreremo avvennero tre giorni dopo dalla notte in cui Ben Hur lasciò Antiochia per recarsi collo sceicco Ilderim nel deserto.

Un grande avvenimento — grande almeno rispetto alle sorti del nostro eroe — è accaduto: a Valerio Grato è subentrato Ponzio Pilato.

La destituzione, rammentiamolo, costò a Simonide cinque talenti in denaro romano, pagati a Seiano che allora era all’apogeo della sua potenza come favorito imperiale; lo scopo del tentativo era quello di diminuire i pericoli di Ben Hur durante la sua permanenza in Gerusalemme e nei suoi dintorni, permanenza dovuta alla ricerca della famiglia. A questo pietoso fine il servo metteva a disposizione i guadagni di Druso e de’ suoi compagni, i quali, avendo pagate le loro scommesse, divennero tosto — com’è logico — i nemici di Messala, la cui riputazione in Roma non aveva ancor ricuperata l’antica fama. Pur essendo breve il tempo dal quale erano a Gerusalemme i Romani, gli Ebrei sape-