Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/382

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
(4439-4440) pensieri 373

ed infelici non ne hanno abbastanza per se medesimi. Il sentimento per altrui non è veramente altro che un superfluo, un eccesso delle proprie facoltà misurate coi bisogni e colle occorrenze proprie (17. 1829).


*    In questo secolo sí legislativo, nessuno ha pensato ancora a fare un codice di leggi, civile e criminale, utopico, ma in tutte forme, e tale da servir di tipo di perfezione, al quale si dovessero paragonare tutti gli altri codici, per giudicare della loro bontà, secondo il piú o meno che se gli assomigliassero; tale ancora, da potere, con poche modificazioni o aggiunte richieste puramente dalle circostanze di luogo e di tempo, essere adottato da qualunque nazione, almeno sotto una data forma di governo, almeno nel secolo presente, e dalle nazioni civili ec. (17 gennaio 1829).


*    Tomber, tumbar (spagnuolo) - tombolare. Tumbo (spagnuolo)-tombolo ec.  (4440)


*   Muggine-mugella.


*    Machiavellismo di società. Chi si crede un coglione al mondo, lo è, e lo comparisce. - Le leggi ec. contenute in questo trattato, non sono già passeggere ec.; sono eterne, almeno quanto le leggi fisiche ec. (18, 1829).


*    Alla p. 4370. Dionysio Halicarnass. (Caecilius) usus est familiarissime. Vedi Dionys. Hal. in Epist. ad Cn. Pompeium. Toup. ad Longin. sect. 1, p. 153, Aequalis et amicus (Caecil). Dionysio Halicarnasseo. Casaub. ad Athen. VI. 21. init. - Del resto, è falso però quel che crede l’Amati, che un nome greco unito e preposto ad un cognome romano, come sarebbe in questo caso, Dionisio Longino, sia cosa senza esempio. Ella non è sí frequente come un nome greco unito e posposto a un nome romano gentile, per esempio Clau-