Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/334

Da Wikisource.
286 robinson crusoe


principio e tutti quelli in cui s’abbattè. Intanto lo Spagnuolo essendo venuto a cercarmi per un moschetto, gli diedi uno de’ miei schioppi da caccia col quale, inseguiti due selvaggi, li ferì entrambi; ma poichè non era nè poteva nello stato suo essere agile al corso, questi si ripararono nella selva, ove Venerdì fu loro addosso e uccisene uno. L’altro nondimeno più svelto del mio servo riuscì a sottrarsegli, e, gettatosi nel mare, potè raggiugnere gagliardamente nuotando que’ suoi compagni che si erano salvati nel canotto. Questi tre, con un ferito che non sapemmo se fosse morto o no, furono i soli tra i ventuno che camparono dalle nostre mani. Ecco il computo:

3 uccisi al nostro primo fuoco fatto dall’albero,
2 al secondo fuoco,
2 da Venerdì nel canotto,
2 dei primi feriti, indi uccisi anch’essi da Venerdì,
1 da Venerdì nella selva,
3 dallo Spagnuolo,
4 trovati qua e là morti delle loro ferite o uccisi da Venerdì che gl’inseguì nella selva,
4 fuggiti nel canotto un de’ quali ferito se non morto.
_____
21 in tutto.



Avventure di Robinson Crusoe p334.png