Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/515

Da Wikisource.

robinson crusoe 455


ne pigli una solamente, e poichè l’avrà presa, nessun altro abbia che fare con lei; perchè, se bene io non abbia diritto di dar moglie a nessuno di voi, trovo per altro ragionevolissimo, finchè rimanete qui, che la donna sia mantenuta da chi se l’ha scelta e ne divenga moglie, ripeto, finchè state qui, e che tutti gli altri la lascino stare.»

Il proposito del governatore apparve sì retto e sensato, che tutti senza opporre la menoma obbiezione convennero in esso.

Allora gl’Inglesi chiesero agli Spagnuoli se nessun di loro avesse intenzione di prendere una di queste donne per sè. Tutti risposero ad una voce.

— «Alcuni di noi hanno già nella Spagna la loro moglie, e chi non l’ha, non gradirebbe una moglie che non fosse cristiana.»

Ciascuno di loro pertanto protestò unanimamente di non saper che farsi di quelle donne: esempio tale di virtù, che non ne ho mai veduto un simile ne’ miei viaggi. Quanto agli Inglesi, per venire alle corte, ognuno dei cinque si prese per moglie una delle cinque donne: per moglie cioè temporanea; laonde tanto i tre Inglesi reprobi quanto i due denominati buoni presero un sistema di vita spartato da quello degli Spagnuoli. Questi e il padre di Venerdì continuarono a vivere nella mia antica abitazione, grandemente ampliata nell’interno da che abbandonai l’isola la prima volta. Vivevano con essi anche i tre servi fatti prigionieri nell’ultima battaglia de’ selvaggi. Questi spedivano la parte principale del servigio della colonia, faceano la cucina per tutti, e prestavano l’opera loro come poteano e secondo l’urgenza de’ casi il chiedea.

Ma il maraviglioso di questa storia sta nel vedere come que’ cinque, dal più al meno, di sì mala indole, sì mal accompagnati fra loro, s’accordassero circa a queste donne, e come non avvenisse che a due alla volta s’incapricciassero d’una donna stessa, tanto più ove si noti che due o tre di esse erano incomparabilmente più avvenenti delle altre. Qui nondimeno conviene aggiugnere per amor di giustizia, che presero l’ottimo dei temperamenti per non avere a tal proposito liti fra loro. Poste le cinque donne da sè sole in una delle loro capanne, si trasferirono tutti nell’altra, ove fecero che la sorte decidesse chi doveva essere il primo a scegliere.

Quel d’essi favorito dalla fortuna trasferitosi alla capanna ove rimanevano ignude quelle povere creature, ne condusse fuori quella che fu da lui preferita. Cosa singolare! egli scelse quella che veniva