Pagina:La scotennatrice.djvu/18

Da Wikisource.
14 emilio salgari


— Io avervi pagato!...

— Ed io sono pronto a restituirvi le vostre sterline, milord.

— Come!... — urlò l’inglese. — Voi rompere contratto!... Io ricorrere ad ambasciatore inglese a Washington e farvi mettere in prigione.

— Montate a cavallo e correte a Washington — rispose l’indian-agent, voltandogli le spalle. — Badate però che gl’indiani hanno circondata la prateria e che la vostra capigliatura potrebbe correre il pericolo di finire fra le mani di Minnehaha.

— Minnehaha!... — esclamò il lord. — Chi essere questa? Uomo o donna?

— Una donna indiana — disse Harry.

— E voi avere paura di quella?

— Ha preso anche la capigliatura di quest’uomo, eppure vi assicuro che era un coraggioso, capace di difenderla.

— Essere vera bestia feroce quella donna.

— Un giaguaro.

— Aho!... Mi piacere vederla. Dove trovarsi?

Milord — disse John, con voce grave. — Non commettete delle sciocchezze.

«Se vi preme la pelle, salite a cavallo e seguiteci senza ritardo. La prateria forse a quest’ora fiammeggia, ed una fulminea ritirata verso il sud s’impone.

«Lasciate che i bisonti continuino la loro emigrazione e pensiamo a mettere in salvo le nostre capigliature e la colonna del generale Custer.

— Custer? Altro indiano?

— Ma che!... Un generale americano che corre il pericolo di venire massacrato con tutti i suoi uomini.

«A cavallo, milord!... Non abbiamo un istante da perdere.

Stava per mettersi in sella, quando si fermò guardando Giorgio ed Harry.

— E Turner che accompagnava Hills? Lo lasceremo noi cadere nelle mani degli Sioux?.. Un uomo così coraggioso e così popolare nella prateria? Sarebbe una infamia!... No, io non commetterò mai una simile viltà.

«Che cosa dici, Harry? E tu, Giorgio?

— Prima di lasciare il campo dobbiamo tentare il possibile ed anche l’impossibile per salvarlo — rispose gravemente il più anziano dei due fratelli. — Se non facessimo quanto è umanamente possibile, l’onore degli scorridori della prateria rimarrebbe macchiato.

« John!... Cerchiamo di salvarlo!...