Pagina:Occhi e nasi.djvu/10

Da Wikisource.

— 9 —


lascia veramente gli occhi egli è sulla paniera delle frutta primaticcie.

Le frutta! ecco una ghiottoneria poetica e quasi meritevole di perdono. Se il buon padre Adamo, invece di cedere alla tentazione di due bellissimi pomi, si fosse lasciato vincere dalla golosità volgare di una bistecca o di un cibreo di rigaglie, la Leggenda dell’Eden sarebbe stata una pagina di prosa nauseante, e forse lo stesso Milton avrebbe rinunziato a scrivere il «Paradiso perduto».


II.


Due pronomi possessivi hanno sempre tiranneggiato l’umanità: il Mio, e il Tuo.

Padrona l’umanità di farsi tiranneggiare, ma il ragazzo di strada guarda in faccia questi due possessivi e ride di pietà, come se fossero due pregiudizi. D’altra parte, la roba sua, da che è al mondo, non l’ha mai conosciuta, e la roba degli altri ha sempre sentito dire che bisogna rispettarla in un solo caso, quando, cioè non sia possibile di appropriarsela con disinvoltura e senza dare scandalo ai carabinieri o alle guardie di Pubblica Sicurezza.

Saldo in questi principj di libero scambio, ogni volta che gli capita la palla al balzo, allunga la mano e s’ingegna: ma non è un ladro volgare: è piuttosto un dilettante che promette bene!