Pagina:Saul.djvu/29

Da Wikisource.

atto ii. 25


Tu che tant’osi, iniquo vecchio, trema....
Chi sei?... Chi n’ebbe anco il pensiero, pera... —
Ahi lasso me! ch’io già vaneggio!...

ABNER

Pera,
120David sol pera: e svaniran con esso,
Sogni, sventure, visíon, terrori.


SCENA II.


GIONATA, MICOL, SAUL, ABNER.

GIONATA

Col re sia pace.

MICOL

E sia col padre Iddio.

SAUL

... Meco è sempre il dolore. — Io men sorgea
Oggi, pria dell'usato, in lieta speme....
Ma, già sparì, qual del deserto nebbia,
5Ogni mia speme. — Omai che giova, o figlio,
Protrar la pugna? Il paventar la rotta.
Peggio è che averla; ed abbiasi una volta.
Oggi si pugni, io ’l voglio.

GIONATA

Oggi si vinca.
Speme, o padre, ripiglia: in te non scese

Vol. V. 4