Pagina:Saul.djvu/49

Da Wikisource.


Rotte parole, oscure, dolorose,
Tremende, a chi di David è consorte,
E di Saulle è figlia.
DAVID
Eccolo: si oda.
MICOL
Giusto Iddio, deh! soccorri oggi al tuo servo:
L'empio confondi; il genitor rischiara;
Salva il mio sposo; il popol tuo difendi.

SCENA IV.


SAUL, GIONATA, MICOL, DAVID.

GIONATA
Deh! vieni, amato padre; a' tuoi pensieri
Da' tregua un poco: or l'aura aperta e pura
Ti fia ristoro; vieni: alquanto siedi
Tra i figli tuoi.
SAUL
... Che mi si dice?...
MICOL
Ah! padre!...
SAUL
Chi sete voi?... Chi d'aura aperta e pura
Qui favellò?... Questa? è caligin densa;
Tenebre sono; ombra di morte.... Oh! mira;