A Nina

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sergio Corazzini

XX secolo A Poesie dialettali Letteratura Intestazione 8 luglio 2011 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

 
Che te penzi, Ninè, quer che m'hai detto
riguardo a tu' fratello, nun m'importa!
Tu se' rimasta pura, e er core in petto
batte, pensanno a te, come 'na vorta.

Tu se' innocente, tu, nun sarai morta
pe' me, come me dichi ner bijetto;
sarebbe proprio 'na gran cosa storta:
lassà pe' 'n'assassino, 'n'angioletto!

Si lui ha ammazzato, tutt'er disonore
ricasca su de lui! Le tu' parole
nun m'hanno fatto sentì male ar core!

Che te credi, che io c'abbia penzato
a quer ch'ai scritto? Eh, Nina, guarda er sole:
lui tocca er fango, embè, s'è mai sporcato?