Questa pagina è dedicata ad un autore. Premi sull'icona per avere aiuto.

Autore:Ottavio Falconieri

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Ottavio

Falconieri XVII secolo erudito/archeologo italiano

Ottavio Falconieri (Roma, 6 giugno 1636greg.1 – Roma, tra il 16 novembre 1675greg. e il 19 novembre 1675greg.1), erudito e archeologo italiano.

Collabora a Wikipedia Voce enciclopedica su Wikipedia

Opere[modifica]

  • Urania, Roma 1655
  • Cristina Suecorum regina, Romae 1656
  • I colossi di Montecavallo. Lettera di mgr. Ottavio Falconieri a C. R. Dati, Roma 1665
  • De Beati Petri cathedra, in F. M. Febeo, Dissertatio de identitate cathedrae in qua s. Petrus primum sedit, Romae 1661
  • Lettera di Ottavio Falconieri al sig. Carlo Dati, sopra l'iscrizione d'un mattone e Discorso sulla piramide di C. Cestio Epulone, in F. Nardini, Roma antica, Roma 1666 (App.)
  • De Nummo Apamensi, Romae 1667
  • Inscriptiones athleticae nuper repertae], Romae 1668
  • De pyramide C. Cesti Epulonis, in G. G. Grevio, Thesaurus antiquitatum Romanorum, Venetiis 1732, coll. 1461-1482
  • Ad Carolum Datum... Epistula de latere ex aedificii veteriis ruderibus eruta, ibid., coll. 1483-492
  • Abiurazione del peripateticismo (sonetto), in F. Soldani, Satire, a cura di A. F. Gori, Firenze 1751
  • Lettere di Ottavio Falconieri a Leopoldo de' Medici, a cura di L. Giovannini, ibid. 1984.

Epistolario[modifica]