Canto dell'aviatore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Mario Mariotti

Luigi Martelli XX secolo C canti cantastoria Canto dell'aviatore Intestazione 11 settembre 2008 75% canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Addio, piccina, ha scritto l'aviatore,
per l'Africa partir dovrò;
e mentre stringe la sua mamma al cuore,
nascondere una lacrima non può.
Appena sul motor,
soldato torna allor,
avanti all'aviator non trema il cuor!
 
Romba il motore
e nell'azzurro vola l'aviatore;
sfida il destino,
e da lontano l'accompagna un cuor,
un cuor di mamma che dormir non sa,
un cuor di bimba che aspettando sta…
Canta il motore:
il tricolore sempre vincerà!
 
Squadriglie sotto il cielo di battaglia,
avanti a bombardar si va!
Si vola tra il fischiar della mitraglia,
nemmen la morte ci potrà fermar!
Il cuor non tremerà,
lottare si saprà,
e l'Aquila più in alto volerà!
 
Romba il motore
e nell'azzurro vola l'aviatore;
sfida il destino,
e da lontano l'accompagna un cuor,
un cuor di mamma che dormir non sa,
un cuor di bimba che aspettando sta…
Canta il motore:
il tricolore sempre vincerà!
 
Romba il motore,
che dell'Italia porta il più bel fiore;
schiera d'eroi,
col riso di spavalda gioventù…
Di cento mamme l'accompagna il cuor,
mentre si canta al rombo dei motor.
L'Ala italiana in ogni cielo sempre vincerà!