Codice Libero/Premessa

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Premessa

../Prefazione ../Per volontà di una stampante IncludiIntestazione 20 luglio 2008 75% open source

Prefazione Per volontà di una stampante


L’opera di Richard M. Stallman parla letteralmente da sola. Dalla documentazione dei codici sorgenti ai contributi scritti agli interventi pubblici, poche persone hanno manifestato così tanta determinazione nel voler rendere perfettamente chiaro il proprio pensiero e la propria attività su tematiche particolari.

Un approccio così aperto – mi si vorrà perdonare il temporaneo ricorso a un aggettivo così atipico per Stallman – è sicuramente rinfrescante. In fondo viviamo in una società che tratta l’informazione, in particolar modo i dati personali, al pari di una preziosa merce di scambio. Nasce spontanea una domanda: perché mai qualcuno dovrebbe condividere una tale quantità di informazioni senza chiedere apparentemente nulla in cambio?

Come vedremo nei capitoli successivi, Stallman non condivide le sue parole e il suo lavoro per puro spirito d’altruismo. Ogni programma, discorso o intervento pubblico porta con sé un certo costo, pur se non del tipo che molti sono soliti pagare.

Non vado affermando ciò per mettere le mani avanti, quanto piuttosto come un’ammissione d’intenti. Dopo aver trascorso un anno a scavare negli eventi della storia personale di Stallman, fa decisamente paura voler procedere contro il suo modus operandi. "Non metterti mai a litigare con qualcuno che compra l’inchiostro a barili", recita un vecchio adagio di Mark Twain. Nel caso di Stallman, non cercare mai di scrivere la biografia definitiva di qualcuno che rende di dominio pubblico ogni propria idea.

Per quei lettori che hanno deciso di dedicare qualche ora del proprio tempo all’esplorazione di questo volume, posso sostenere con fiducia che qui troverete fatti e citazioni impossibili da scovare in un articolo su Slashdot o tramite una ricerca con Google. Tuttavia, anche l’accesso a questi eventi richiede il pagamento di una tariffa. Nel caso del libro in versione cartacea, potete pagare in maniera tradizionale, acquistandolo cioè nei normali canali di vendita. Invece per l’edizione elettronica si può pagare seguendo il metodo del software libero. Grazie alla decisione dell’editore O’Reilly & Associates, questo volume viene distribuito sotto la GNU Free Documentation License (Licenza per Documentazione Libera GNU), rendendo così possibile a chiunque migliorarne i contenuti o crearne versioni personalizzate per poi ridistribuirle sotto la medesima licenza.

Nel caso stiate leggendo l’edizione elettronica e preferiate la seconda opzione di pagamento, ovvero, se pensate di migliorare o espandere il libro a vantaggio di futuri lettori, ogni vostro commento è benvenuto. A partire dal giugno 2002, mi occuperò di pubblicare una versione HTML del libro sul sito http://www.faifzilla.org. Conto di aggiornarlo regolarmente e ampliarne i contenuti quando si renderà necessario. Se decidete di optare per questa seconda opzione, vi invito a leggere attentamente l’Appendice C del libro. Il testo specifica i vostri diritti sulla base dalla GNU Free Documentation License (Licenza per Documentazione Libera GNU).

Per quanti invece prevedono soltanto di sedersi tranquillamente a leggere, online o altrove, considero la vostra attenzione un’analoga e valida forma di pagamento. Nessuna sorpresa, però, se anche voi finirete per trovarvi alla ricerca di altre modalità con cui ricompensare la buona volontà che ha reso possibile la diffusione di questo testo.

Un’annotazione conclusiva: qui non si tratta soltanto di un lavoro giornalistico, ma anche di documentazione tecnica. Nel corso della stesura e della correzione del libro, il sottoscritto e i redattori della casa editrice hanno soppesato i commenti e i suggerimenti di varie persone coinvolte in quest’opera, incluso lo stesso Richard Stallman. Siamo consapevoli della presenza di numerosi dettagli tecnici che potrebbero giovarsi di informazioni complementari o più dettagliate. Poiché il volume viene distribuito sotto la GFDL, siamo pronti ad accogliere ogni possibile "patch", proprio come nel caso di un programma di software libero. I cambiamenti accettati verranno prima diffusi elettronicamente per trovare infine spazio nelle future edizioni a stampa del volume. Potete inviare contributi e suggerimenti relativi all’edizione originale inglese, all’indirizzo e-mail: sam@inow.com

Commenti e domande

Per commenti e domande riguardanti il libro (sempre riguardo l’edizione inglese), si può contattare direttamente l’editore originale:

O’Reilly & Associates, Inc.
1005 Gravenstein Highway North
Sebastopol, CA 95472
USA
(800) 998-9938 (solo in USA o Canada)
(707) 829-0515 (internazionale/locale)
(707) 829-0104 (fax)

È stata predisposta una pagina web (in inglese) relativa al libro, dove verranno elencati errori, esempi e informazioni aggiuntive. Il sito include anche un forum aperto per discutere con l’autore e gli altri lettori. L’indirizzo del sito è:

http://www.oreilly.com/catalog/freedom/

Per commenti o domande di carattere tecnico sul libro, contattare via e-mail:

  • libri@apogeonline.com
  • bookquestions@oreilly.com (in inglese)

Per ulteriori informazioni su libri, conferenze, risorse e altre attività di Apogeo, si veda:

http://www.apogeonline.com

Ringraziamenti

Un ringraziamento speciale va a Henning Gutmann per aver sempre creduto in questo progetto. Lo stesso ad Aaron Oas per aver subito suggerito l’idea a Tracy. Grazie a Laurie Petrycki, Jeffrey Holcomb e tutti gli altri di O’Reilly & Associates. Ringrazio Tim O’Reilly per aver sostenuto il mio lavoro. Grazie a quanti hanno rivisto le prime bozze: Bruce Perens, Eric Raymond, Eric Allman, Jon Orwant, Julie e Gerald Jay Sussman, Hal Abelson, Guy Steele. Spero che questa versione priva di refusi sia di vostro gradimento. Ringrazio Alice Lippman per le interviste, i biscotti e le fotografie. Grazie alla mia famiglia, Steve, Jane, Tish, Dave. E infine, last but not least: grazie a Richard Stallman per avere il fegato e la perseveranza di "farci vedere il codice".

– Sam Williams