Cuore ingenuo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Agatino Perrotta

Francesco Paolo Frontini 1883 C Canti cantastoria Cuore ingenuo Intestazione 12 aprile 2008 75% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

 
Perché fuggi il guardo mio
O garzon del mio pesier?
Stammi accanto e fa che anch’io
Possa un palpito goder !
Ah ! che dissi
Incauto core
Il segreto appalesò !
Cruda legge del candore
Al silenzio mi dannò !
Pure io t’amo e quest’ affetto
Dal mio cor non uscirà
Stammi accanto o mio diletto
Se non altro per pietà !
Ma tu tremi e la parola
Sul tuo labbro s’arrestò.
Giusto ciel ! t’amassi io sola ?
Sospettarlo il cor non può !
Il pensier d’una rivale
Dentro il sen mi spezza il cor,
Mi dannò destin fatale
Alle pene dell’amor
Se non m’ami, o dillo almeno !
Scaccia il dubbio dal mio cor,
E morrò convinta appieno
Rassegnata al mio dolor !