D.M. 8 aprile 2009, n. 41 - Caratteristiche libri di testo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Governo italiano

2009 D diritto diritto D.M. 8 aprile 2009, n. 41 Intestazione 30 agosto 2011 75% diritto

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Documenti collegati:


IL MINISTRO

VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante le disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, nelle scuole di ogni ordine e grado;

VISTA la legge 23 dicembre 1998, n. 448 (finanziaria 1999), ed in particolare l’art. 27, comma 1;

VISTA la legge 27 dicembre 2006, n. 296 (finanziaria 2007), ed in particolare l’art. 1, comma 628;

VISTO il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;

VISTO in particolare l’articolo 15 del predetto decreto-legge n. 112/2008;

VISTO il decreto-legge 1 settembre 2008, n. 137, convertito con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2008, n. 169, recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università;

VISTO in particolare l’articolo 5 del predetto decreto-legge n. 137/2008;

RILEVATO che, in prospettiva, l’editoria scolastica deve orientarsi verso la progressiva diversificazione della relativa offerta, passando da testi interamente a stampa a quelli in forma mista e a quelli interamente scaricabili da internet in formati ottenibili direttamente dalle versioni a stampa rendendo quindi possibile, su iniziativa degli editori, la diffusione, fino dal prossimo anno scolastico, delle versioni digitali dei libri in adozione;

RITENUTO che il prezzo dei libri di testo della scuola primaria e i tetti di spesa dell’intera dotazione libraria per ciascun anno della scuola secondaria di I e II grado, devono essere stabiliti nel rispetto dei diritti patrimoniali dell’autore e dell’editore;

RILEVATO che il libro di testo, secondo quanto previsto dall’articolo 15 sopracitato, deve sviluppare i contenuti essenziali delle Indicazioni Nazionali dei piani di studio;

TENUTO CONTO che i contenuti dei testi in via di adozione non necessitano, per il prossimo anno scolastico, di nuove edizioni, non essendo stati innovati i programmi di insegnamento;

CONSIDERATO altresì che, in applicazione del citato articolo 15, con decreto ministeriale di natura non regolamentare, occorre determinare: le caratteristiche tecniche dei libri di testo nella versione a stampa, anche al fine di assicurarne il contenimento del peso; le caratteristiche tecnologiche dei libri di testo nelle versioni on line e mista; il prezzo dei libri di testo della scuola primaria e i tetti di spesa dell’intera dotazione libraria per ciascun anno della scuola secondaria di I e II grado;

RITENUTO che, in attesa della diversificazione dell’offerta editoriale, da realizzare attraverso i libri in forma mista, risultano adeguatamente salvaguardati i diritti patrimoniali dell’autore e dell’editore, non essendo necessarie innovazioni sostanziali negli attuali contenuti dei testi scolastici;


DECRETA:

Articolo 1 - Le caratteristiche tecniche dei libri di testo nella versione a stampa sono quelle contenute nell’allegato 1, punto 1/A, che costituisce parte integrante del presente decreto.

Articolo 2 - Le caratteristiche tecnologiche dei libri di testo nelle versioni on line e mista sono quelle contenute nell’allegato 1, punto 1/B, che costituisce parte integrante del presente decreto.

Articolo 3 - I prezzi di copertina dei testi della scuola primaria per l’anno scolastico 2009/2010 sono quelli stabiliti nell’allegato 2, che costituisce parte integrante del presente decreto.

Articolo 4 - I tetti di spesa, riferiti sia alla versione a stampa che, limitatamente al prossimo anno scolastico, a quella on line e mista, entro cui i docenti sono tenuti a mantenere il costo dell’intera dotazione libraria di ciascuna classe della scuola secondaria di primo grado, sono quelli stabiliti nell’allegato 3, che costituisce parte integrante del presente decreto. Eventuali incrementi degli importi indicati debbono essere contenuti entro il limite massimo del 10 per cento. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi scolastici debbono essere adeguatamente motivate da parte del Collegio dei docenti ed approvate dal Consiglio di istituto.

Articolo 5 - I tetti di spesa, riferiti sia alla versione a stampa che, limitatamente al prossimo anno scolastico, a quella on line e mista, entro cui i docenti sono tenuti a mantenere il costo dell’intera dotazione libraria di ciascuna classe della scuola secondaria di secondo grado, sono quelli stabiliti nell’allegato 4, che costituisce parte integrante del presente decreto. Eventuali incrementi degli importi indicati debbono essere contenuti entro il limite massimo del 10 per cento, negli istituti scolastici in cui sono presenti indirizzi sperimentali. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi scolastici debbono essere adeguatamente motivate da parte del Collegio dei docenti ed approvate dal Consiglio di istituto.

Articolo 6 - Il presente decreto si applica alle adozioni di libri di testo da effettuarsi per l’anno scolastico 2009/2010.


IL MINISTRO