Dei cristalli quarzosi di Selvino/Dedica

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Dei cristalli quarzosi di Selvino

IncludiIntestazione 30 maggio 2011 100% Da definire

Dei cristalli quarzosi di Selvino
[p. 3 modifica]

al signore


GIUS. PALLAVICINI


consigliere di stato, barone del regno,
commendatore del real ordine
della corona di ferro,

prefetto del dipartimento del serio



A Voi più presto che ad altri, Sig. Consigliere Prefetto, volea essere questo libricciuolo intitolato, e perchè sì fine conoscitore Voi [p. 4 modifica]siete di tutto ciò, che alle scienze, ed alle lettere s’appartiene, e perchè quanto concerne i prodotti del nostro Dipartimento v’interessa sì da vicino, e più perchè con una gentilezza tutta a Voi particolare, Voi solete tener pur in qualche conto le cose mie, per quanto sien elleno povere, e meschine.

Voi troverete in questa picciola mia memoria alcune osservazioni [p. 5 modifica]sui Cristalli di Selvino, capricciosa produzione della natura, che occupa però un rango distinto fra le pregevoli del nostro paese. Questa pertanto, Sig. Consigliere Prefetto, a Voi sen viene, perchè degnar vogliate di un vostro sguardo in uno di que’ momenti, che in mezzo anche alle più serie e fastidiose occupazioni sapete pur ritrovare per consecrarli a’ studi migliori. Me fortunato se non [p. 6 modifica]isdegnate d’accoglierla, mentre ove a null’altro sia buona, servirà almeno a darvi un pegno della perfetta mia stima e divozione!


Umiliss. Ossequiosiss. Obbligatiss. Servitore
G. Maironi da Ponte.