Favole (Fedro)/Libro primo/XVIII - La Donna partoriente

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro primo: XVIII - La Donna partoriente

../XVII - La Pecora, il Cane e il Lupo ../XIX - La Cagna partoriente IncludiIntestazione 25 febbraio 2012 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Libro primo: XVIII - La Donna partoriente
Libro primo - XVII - La Pecora, il Cane e il Lupo Libro primo - XIX - La Cagna partoriente
[p. 170 modifica]

FAVOLA XVIII.

La donna partoriente.


NEssun brama tornar ov’ebbe danno.
          * Già scorso il tempo, ed imminente il parto,
     Su la terra giacea stesa una Donna.
     Strida, ed urli mandando. E perchè in letto,
     5Lo sposo, dice, non ti corchi, u’ meglio,
     Di natura deponga il grave incarco?
     Perchè veder non so (quella risponde)
     Come, ove nacque il mal, guarir si possa.