Favole di Esopo/Di un Goloso

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Goloso

../Della Upupa ../Del Porco, ed il Cavallo IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Goloso
Della Upupa Del Porco, ed il Cavallo
[p. 248 modifica]

Di un Goloso. 286.


Andava un Goloso fuor della sua terra invitato a nozze, e per la strada trovò un cumulo di Pere le quali (aspettando egli miglior cena) disprezzò, e non nè fece conto, anzi con l’urina, che sopra gli sparse le bagnò; trovando, poi, un torrente cresciuto, talchè non poteva passare, tornossi a dietro, e fu costretto per la fame mangiare di quelle pere.

Sentenza della favola.

Moralità. Niuna cosa si deve sprezzare, quantunque vile; perchè non v’è cosa sì picciola, e bassa, che non sia buona nel bisogno.