Favole di Esopo/Di un Soldato

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Di un Soldato

../Del Consiglio de' Sorci ../Del Bifolco, e de' Buoi IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Di un Soldato
Del Consiglio de' Sorci Del Bifolco, e de' Buoi
[p. 241 modifica]

Di un Soldato. 266.


Un Soldato chiamato alla guardia di un Castello in Italia, preso dal Re di Francia, disse, chi ci ajuterà se saremo assediati? Quello che ’l richiedeva, rispose: Sua Maestà. All’ora quel Soldato salì su una Torre, e chiamò tre volte il Re di Francia, e non rispondendogli persona alcuna disse: Io non voglio chiudermi in un Castello, dal quale bisognando ajuto contra i nimici, il Padrone sia così lontano, che non mi possa udire.

Sentenza della favola.

La favola significa, che non ci dovemo porre a pericolo imprudentemente.