Fiore/CXI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CXI

../CX ../CXII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

CX CXII

 
Falsembiante

 "Chi di cotà’ limosine è ’ngrassato,
In paradiso non dé atender pregio,
Anzi vi dé atender gran dispregio,
Almen s’e’ non è privilegïato;4

 E s’alcun n’è, sì n’è †fatto† ingannato
E ’l papa che li diè il su’ col[l]egio,
Ché dar non credo dovria privilegio
C[h]’uon sano e forte gisse mendicato:8

 Ché·lle limosine che son dovute
A’ vec[c]hi o magagnati san’ possanza,
A cui la morte seria gran salute,11

 Colui che·lle manuca i·lor gravanza,
Elle gli fieno ancor ben [car] vendute:
Di questo non bisogna aver dottanza.14