Fiore/LXIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LXIII

../LXII ../LXIV IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

LXII LXIV

 
Amico

 "S’a scac[c]hi o vero a·ttavole giocassi
Colla tua donna, fa ch’ag[g]ie il pig[g]iore
Del gioco, e dille ch’ell’ è la migliore
Dadi-gittante che·ttu mai trovassi.4

 S’a coderon giocaste, pigna ambassi,
E fa ched ella sia là vincitore:
Della tua perdita non far sentore,
Ma che cortesemente la ti passi.8

 Falla seder ad alti, e·ttu sie basso,
E sì·ll’aporta carello o cuscino:
Di le’ servir non ti veg[g]hi mai lasso.11

 S’adosso le vedessi un buscolino,
Fa che glie·levi, e se vedessi sasso
Là ’v’ella dé passar, netta ’l camino14