Genesi (Diodati 1821)/capitolo 5

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../capitolo_4

../capitolo_6 IncludiIntestazione 14 febbraio 2012 100% Da definire

capitolo 4 capitolo 6
[p. 4 modifica]

Posteriorità di Adamo, per Set, fino a Noè.

5 QUESTA è la descrizione delle generazioni di Adamo. Nel giorno che Iddio creò l’uomo, egli lo fece alla sua simiglianza.

2 Egli lo creò maschio e femmina, e li benedisse, e pose loro nome UOMO, nel giorno che furono creati.

3 Ora Adamo, essendo vivuto centrent’anni, generò un figliuolo alla sua simiglianza, secondo la sua immagine; e gli pose nome Set.

4 E il tempo che visse Adamo, dopo ch’ebbe generato Set, fu ottocent’anni; e generò figliuoli e figliuole.

5 Così tutto il tempo che visse Adamo fu novecentrent’anni; poi morì.

6 E Set, essendo vivuto centocinque anni, generò Enos.

7 E Set, dopo ch’ebbe generato Enos, visse ottocensette anni, e generò figliuoli e figliuole.

8 Così, tutto il tempo che visse Set, fu novecendodici anni; poi morì.

9 Ed Enos, essendo vivuto novant’anni, generò Chenan.

10 Ed Enos, dopo ch’ebbe generato Chenan, visse ottocenquindici anni, e generò figliuoli e figliuole.

11 Così, tutto il tempo che visse Enos, fu novecencinque anni; poi morì.

12 E Chenan, essendo vivuto settant’anni, generò Mahalaleel.

13 E Chenan, dopo ch’ebbe generato Mahalaleel, visse ottocenquarant’anni, e generò figliuoli e figliuole.

14 Così, tutto il tempo che Chenan visse, fu novecendieci anni; poi morì.

15 E Mahalaleel, essendo vivuto sessantacinque anni, generò Iared.

16 E Mahalaleel, dopo ch’ebbe generato Iared, visse ottocentrent’anni, e generò figliuoli e figliuole.

17 Così, tutto il tempo che Mahalaleel visse, fu ottocennovantacinque anni; poi morì.

18 E Iared, essendo vivuto censessantadue anni, generò Enoc1.

19 E Iared, dopo ch’ebbe generato Enoc, visse ottocent’anni, e generò figliuoli e figliuole.

20 Così, tutto il tempo che Iared visse, fu novecensessantadue anni; poi morì.

21 Ed Enoc, essendo vivuto sessantacinque anni, generò Metusela.

22 Ed Enoc, dopo ch’ebbe generato Metusela, camminò con Dio per lo spazio di trecent’anni e generò figliuoli e figliuole.

23 Così, tutto il tempo ch’Enoc visse, fu trecensessantacinque anni.

24 E, dopo ch’Enoc fu camminato con Dio, non si vide più; perciocche Iddio lo prese2.

25 E Metusela, essendo vivuto centottantasette anni, generò Lamec.

26 E Metusela, dopo ch’ebbe generato Lamec, visse settecentottantadue anni, e generò figliuoli e figliuole.

27 Così, tutto il tempo che Metusela visse, fu novecensessantanove anni; poi morì.

28 E Lamec, essendo vivuto centottantadue anni, generò un figliuolo.

29 E gli pose nome Noè3, dicendo: Costui ci consolerà della nostra opera, e della fatica delle nostre mani, la quale portiamo per cagion della terra che il Signore ha maledetta.

30 E Lamec, dopo ch’ebbe generato [p. 5 modifica]Noè, visse cinquecennovantacinque anni, e generò figliuoli e figliuole.

31 Così tutto il tempo che Lamec visse, fu settecensettantasette anni; poi morì.

32 E Noè, essendo di età di cinquecent’anni, generò Sem, Cam e Iafet.

Note

  1. Giuda. 14. 15
  2. Eb. 11. 5
  3. cioè riposo