Il Dio dell'oro

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Mario Rapisardi

XX secolo I poesie letteratura Il Dio dell'oro Intestazione 18 settembre 2008 75% poesie

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Ecco il sir dei mercati, il dio dell'oro,
Che al par sui troni e sugli altari ha regno;
Ecco il nume dei numi, a cui dà l'oro
4Beltà, forza, saper, destrezza, ingegno.

Se d'onore gli parli, ei parla d'oro;
Se di patria, di riso ei ti fa segno;
Tu spargi il sangue e quel dei figli, ei l'oro
8Serba, che libertà lo muove a sdegno.

E poi che tregua a sua lurida rogna
Mercate croci e ciondoli non danno,
11Genealogici illustri alberi sogna.

Questo, o plebe, e colui che sul tuo danno
Traffica e ingrassa de la tua vergogna;
14Questo, o plebe codarda, il tuo tiranno.