La Cicceide legittima/I/CLXXXVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

CLXXXVII ../CLXXXVI ../CLXXXVIII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - CLXXXVI I - CLXXXVIII
[p. 95 modifica]

Ai Sig. Dottor Geminiano Montanari, che donò all’Autore un Microscopio.

clxxxvii.

Quando talor, Geminian, mi metto
     Con quel tuo Microscopio a esaminare
     O sia pesce, o formica, un singolare
     4Stupor ne traggo, e un singolar diletto.
E dico (visto quell’animaletto
     Crescer di mole, a segno tal, che pare
     A paragon di picciol fiume un Mare)
     8O d’arte rara industrioso effetto!
Ma se a D. Ciccio io mi rivolgo intanto,
     (Come so spesso, per un non sò quale
     11Forte impulso di genio, e violento.)
Senza pure adoprar tale istromento
     Con la semplice vista naturale
     14Vedo un C.... moltiplicato in cento.