La Cicceide legittima/I/LI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetti

LI ../L ../LII IncludiIntestazione 16 agosto 2012 100% da definire

I - L I - LII
[p. 26 modifica]

L’Autore incontra difficoltà nei fare il 51. Sonetto della Cicceide.
A D. Ciccio.

li.

NOl crederà sì facilmente ogn’uno,
 Che tu m’abbi servito per Soggetto
     Infino al cinquantesimo Sonetto;
     4E che mi manchi poi sul cinquantuno.
Per fare un verso io specolo a digiuno,
     Fantastico la sera in girmi a letto,
     Ci provo a mezzodì; ma con effetto
     8Non ci riesce di spuntarne alcuno.
Oh cosa non più vista a giorni miei!
     Da i piccoli C .... d’un gallo rosso
     11Si cavano un dì quattr’ova, e sei,
Ed io né men in tre cavar non posso
     Un sol verso da te, che fosti, e sei
     14Un C.... così grande, e così grosso.