La Cortigiana (1525)/Atto quarto/Scena undicesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto quarto
Scena undicesima

../../Atto quarto/Scena decima ../../Atto quarto/Scena dodicesima IncludiIntestazione 2 giugno 2008 75% Teatro

Atto quarto - Scena decima Atto quarto - Scena dodicesima

Ercolano e Togna.

Ercolano
Vien giú, sfaccendata! A chi dico io, Togna?
Togna
Che te piace?
Ercolano
Non m’aspettare a cena.
Togna
Non fu mai piú!
Ercolano
Tu odi mo’?
Togna
Meglio faresti a stare a casa, ch’andare dietro a le zambracche e a le taverne.
Ercolano
Non mi rompere el capo; fa’ che ’l letto si facci adesso, che possa riposarmi com’io vengo.
Togna
Sempre mi tocca a mangiare con la gatta! Il diavol non volse che tu t’imbattessi a una che t’avessi fatto quel che tu meriti; ma io so’ troppo bona.
Ercolano
Non mi stare a civettare su per le finestre.
Togna
I lupi mi mangeranno.
Ercolano
Basta, tu hai inteso, io vado.
Togna
Col malanno! Ma a fare, a fare vaglia! Chi due bocche bacia, una conven che li puta. Tu col vino io con l’amore, e le porterai se crepassi, geloso imbriaco!