La Cortigiana (1525)/Atto terzo/Scena quindicesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto terzo
Scena quindicesima

../../Atto terzo/Scena quattordicesima ../../Atto terzo/Scena sedicesima IncludiIntestazione 30 maggio 2008 75% Teatro

Atto terzo - Scena quattordicesima Atto terzo - Scena sedicesima

Maestro Mercurio, medico, e Grillo, famiglio di Messer Maco.

Maestro Mercurio
Che ti manca Grillo?
Grillo
Maestro Andrea ha per le mani la piú bella burla che s’udissi mai. Egli è un gintilomo sanese, ch’è venuto a Roma per acconciarsi per cardinale col Papa e ha tolto maestro Andrea per pedagogo, e gli ha dato ad intendere che bisogna che prima si facci cortigiano nelle forme, onde lo volemo menare a la stufa che a chi non c’è mai stato dà un grande affanno, non altrimenti che quel del mare. E ’l raderemo e vestiremo di sorte che compiremo di farlo pazzo pubblico, e tu serai el medico.
Maestro Mercurio
Ah, ah, ah! Io ho trovato meglio. Sai tu quelle caldaie che tengon l’acqua calda?
Grillo
Sí!
Maestro Mercurio
Ivi lo metteremo in molle e dirèmoli che sono forme da cortigiani e prima li daremo una presa de pillole.
Grillo
Tu l’hai, andiamo con maestro Andrea, e messer Priapo ci aspetta.