Le facciate del Duomo di Firenze/La definitiva facciata del Duomo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
La definitiva facciata del Duomo

../La facciata del Duomo ai nostri tempi ../Statue, bassorilievi e mosaici IncludiIntestazione 1 ottobre 2017 100% Da definire

La facciata del Duomo ai nostri tempi Statue, bassorilievi e mosaici

[p. 22 modifica]

LA DEFINITIVA FACCIATA DEL DUOMO

dell’architetto EMILIO DE-FABRIS


Come abbiamo detto, il progetto dell’Architetto De-Fabris terminava con un coronamento Tricuspidale, e ciò diede luogo a vivissime proteste, allora il De-Fabris, quantunque non convinto ripresentò il suo progetto sostituendo alle cuspidi il coronamento basilicale. Il giorno 5 Dicembre 1883 alla presenza di S. A. Il Principe Eugenio di Savoia Carignano, di Mons. Arcivescovo Cecconi e di tutte le Autorità civili e militari, veniva [p. 23 modifica]presentata al pubblico la parte di facciata compiuta, acciocchè esso desse il suo parere, circa il finimento che doveva darsi al Duomo. A tal uopo, le due navate laterali terminavano una col coronamento basilicale, l’altra colla cuspide, e coi pinnacoli.

Alla solenne cerimonia assistevano tutti i professori del Collegio Accademico di Belle Arti di Firenze. Il prof. Architetto Pietro Tempesti rappresentante il R. Collegio dei professori del Regno d’Italia. Il Comm. prof. Andrea Lusigno rappresentante i professori accademici di Belle Arti di Roma. Il Comm. prof. Angiolo Managno rappresentante i professori accademici di Belle Arti di Napoli. Il prof. Ing. Giovanni D’Arcuaro rappresentante il collegio degli Architetti di Padova. Il Cav. Alfonso D’Archito, ed il prof. Francesco Barbetta rappresentanti il collegio degli Architetti di Milano. Il Comm. prof. Antonio Soluschi rappresentante il collegio degli Ingegneri di Mondovì. Il prof. Vincenzo Chiovi rappresentante il collegio degli Architetti di Chioggia. Annibale Asciaro rappresentante il collegio degli Ingegneri di Cosenza. Il Comm. prof. Arturo Gorgitono rappresentante il collegio dei professori di Belle Arti di Trapani. — Pochi giorni dopo fu coniata una medaglia di onore all’Architetto De-Fabris.

Il 3 Gennaio 1884, in una delle sale del Palazzo Vecchio residenza del Municipio si adunava la Deputazione ed il Comitato Esecutivo della facciata del Duomo per decidere definitivamente intorno al coronamento da scegliersi fra i due progetti disegnati dal De-Fabris; e tenuto conto del voto espresso dalla cittadinanza, veniva adottato il coronamento basilicale. La spesa per la costruzione della Facciata del Duomo era stata calcolata a un milione e mezzo.