Le vite de' più eccellenti pittori, scultori e architettori (1550)/Capitolo 2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../Capitolo 1

../Capitolo 3 IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Biografie

Capitolo 1 Capitolo 3


CAP. II

Che cosa sia il lavoro di quadro semplice et il lavoro di quadro intagliato.

Avendo noi ragionato cosí in genere di tutte le pietre, che o per ornamenti o per iscolture servono a gli artefici nostri ne’ loro bisogni, diciamo ora che quando elle si lavorano per la fabrica tutto quello dove si adopera la squadra e le seste e che ha cantoni, si chiama lavoro di quadro. E questo cognome deriva dalle facce e da gli spigoli che son quadri, perché ogni ordine di cornici o cosa che sia diritta o vero risaltata et abbia cantonate, è opera che ha il nome di quadro, e però volgarmente si dice fra gli artefici lavoro di quadro. Ma s’ella non resta cosí pulita, intagliandosi poi in tai cornici, fregi, fogliami, uovoli, fusaruoli, dentelli, guscie et altre sorti d’intagli, in que’ membri che sono eletti a intagliarsi da chi le fa, ella si chiama opra di quadro intagliata o vero lavoro d’intaglio. Di questa sorte opra di quadro e d’intaglio se ne fanno tutte le sorti ordini: rustico, dorico, ionico, corinto e composto, e cosí se ne fece al tempo de’ Gotti il lavoro tedesco; e non si può lavorare nessuna sorte d’ornamenti, che prima non si lavori di quadro e poi d’intaglio, cosí pietre mischie e marmi e d’ogni sorte pietra, cosí come ancora di mattoni, per avervi a incrostar su opra di stucco intagliata, similmente di | legno di noce e d’albero e d’ogni sorte legno. Ma perché molti non sanno conoscere le differenze che sono da ordine a ordine, ragioneremo distintamente nel capitolo che segue di ciascuna maniera o modo piú brevemente che noi potremo.