Lirici marinisti/IV/Giovan Francesco Cormani

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovan Francesco Cormani

Liriche di Giovan Francesco Cormani ../Claudio Trivulzio ../Ermes Stampa IncludiIntestazione 20 giugno 2017 75% Da definire

IV - Claudio Trivulzio IV - Ermes Stampa
[p. 208 modifica]

GIOVAN FRANCESCO CORMANI


LA DORMENTE AL FAR DEL GIORNO

     Sorge l’aurora e con la man di rose
tragge da l’oceano il sole e ’l giorno:
fan dai riposi a l’opre lor ritorno,
col ritorno del dí, tutte le cose.
     Voi con le stelle sol, luci amorose,
che imparaste a vegghiar per far piú adorno
il notturno seren, pur qui d’intorno
con lor sparite e ve ne state ascose.
     Nascondetevi pur, ch’a voi non lice,
immortali bellezze e fiammeggianti,
con la turba mortal sorgere a l’opre.
     Godete, chiuse, pur sonno felice,
per risorger aperte e vigilanti
quando ogni stella si risveglia e scopre.