Novellino/XLVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XLVII

../XLVI ../XLVIII IncludiIntestazione 5 maggio 2009 75% Novelle

XLVI XLVIII
Qui conta come uno cavaliere richiese un giorno una donna d’amore

Uno cavaliere pregava un giorno una donna d’amore e diceale intra l’altre parole com’elli era gentile e ricco e bello a dismisura, «e ’l vostro marito è così laido come voi sapete»; e quel cotal marito era dopo la parete della camera. Parlò e disse:

«Eh, messer, per cortesia: acconciate li fatti vostri e non isconciate li altrui».

Messer Lizio di Valbona fu il laido, e l’altro fue messer Rinieri da Calvoli.