Pagina:AA.VV. - Commedie del Cinquecento, Vol. I, Laterza, 1912.djvu/360

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
352 gl’ingannati


Flamminio. Amazzarò tutt’e due.

Crivello. Oimè! Perché?

Flamminio. Non dico te; ma Isabella e Fabio.

Crivello. E che voi abbruciate quella casa, con Pasquella e con chi v’è dentro.

Flamminio. Andiamo a trovar lo Scatizza. S’io non nel pago, s’io non fo dir di me, se tutta questa terra non lo vede... Ne farò tal vendetta!... Oh traditore! Vatti poi fida.