Pagina:AA. VV. - Lirici marinisti.djvu/219

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

antonio de’ rossi 213

ANTONIO DE’ ROSSI


CONTRO IL SALASSO

     Fiamma gentil, ch’è spirto insieme e vita,
il gran padre de’ lumi accese in noi;
di vivo sangue ei si compiacque poi
sí pura alimentar luce gradita.
     Quel chiuse in vene a cui l’arteria unita
ministra alta virtú co’ spirti suoi,
e perché oltraggio ostil qui non l’annoi
veste gli fabricò forte e munita.
     Questo a formar vari instrumenti ordío
nel corpo uman l’onnipotente mano,
e ’l passo a lui per tutti i membri aprío.
     Ma, per l’altrui sciocchezza, oprossi invano:
quel tesor che di vita a l’uom fe’ Dio,
ardisce di versar medico insano.