Pagina:Abramo Lincoln.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
54 Antonio Agresti

quattro grandi linee di comunicazione nel Sud, Sheridan conquistava la valle di Shenandaoh.

La conferma di Lincoln a Presidente per la seconda volta, avvenne l’8 novembre 1864 ed egli vi raccolse 213 voti e Mac Clellan 21 risultato di 2223035 voti dati dalla Convenzione a Lincoln e di 1811754 dati a Mac Clellan.

A succedere al Vice Presidente, Annibale Hamlin del Maine, fu eletto Andrew Johnson del Tennessee un convinto antischiavista.

Il 21 dicembre Sheriman prendeva Savannah e Lincoln otteneva dal Congresso, il 31 dicembre 1865, il 13.° articolo della Costituzione che proibisce la pratica della schiavitù agli Stati Uniti.

Ormai la causa della giustizia era vittoriosa. I secessionisti chiesero una conferenza fra essi e Lincoln e fu concessa; ma fu vana. Durante quattro ore, il 3 febbraio 1865, i Delegati dei Sudisti, H. Stephens, T. Hunter, A. Campbell, sostennero contro Lincoln e Seward, il suo Segretario di Stato, la causa della schiavitù, ma Lincoln si mostrò inflessibile. C’era ormai una legge e quella doveva essere rispettata: l’abolizione della schiavitù.

Si tornò alle armi.

Il 1.° aprile i secessionisti perdettero la battaglia di City Pints e di Pettersburg; il 9 la battaglia di Appomattax fu l’ultimo disastro che le truppe della Unione inflissero ai secessionisti; il 7 Richmond era caduto nelle mani di Grant ed a Grant, il giorno 9 stesso, si arrendeva il generale Roberto Lee.