Pagina:Africa orrenda.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Espiazione 19


Gli Abissini, si sa, son predoni, selvaggi,
     E con loro bisogna esser maneschi:
35Trucidar donne, vecchi, fanciulli; arder villaggi...
               Viva Radetzki!

In ogni caso, giova a noi, spiriti fini,
     Mandar la calda giovinaglia a spasso:
La guerra a chi la plètora ha d’odj cittadini
               40È un buon salasso.

Urla, profeta nero, i tuoi strambotti audaci
     All’egre ciurme ch’aizzando vai:
Noi delibiamo intanto con labbra arse da’ baci
               Reno e Tokai!


II.

45Non ei però si arresta. La pensierosa faccia
     Torce da lor, qual da bruttura, altrove,
Mormorando con voce ch’è fede, e par minaccia
               Eppur si muove!