Pagina:Africa orrenda.djvu/32

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
28 Africa orrenda


Squassa il Leone castiglian la giuba,
     50E ruggendo si scaglia
     Ove in armi travaglia
La invan contesa Libertà di Cuba.

All’auree vene del Trasvallo intanto
     Calano in tetri giri
     55Gli europei vampiri,
Che di civile sapienza han vanto.

O Civiltà, se messe altra non dài
     Che di sì tristi allori;
     Se agli aspettanti cori
60Fuor che stragi e miseria offrir non sai;

O che le armene piagge, o che la vetta
     Dell’Amba orrida innostri,
     Co’ tuoi bugiardi mostri,
Perfida Civiltà, sii maledetta!