Pagina:Alamanni - La coltivazione.djvu/349

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IN TOSCANA. 333

     Dalla linda sua parrucca
     805Per infino a tutti i piedi
     Il segaligno e freddoloso Redi.
Quali strani capogiri
     D’improvviso mi fan guerra?
     Parmi proprio, che la terra
     810Sotto i piè mi si raggiri;
     Ma se la terra comincia a tremare
     E traballando minaccia disastri,
     Lascio la terra, mi salvo nel mare.
     Vara, vara quella gondola
     815Più capace e ben fornita,
     Ch’è la nostra favorita.
     Su questa nave,
     Che tempre ha di cristallo,
     E pur non pave
     820Di mar cruccioso il ballo,
     Io gir men voglio
     Per mio gentil diporto,
     Conforme io soglio,
     Di Brindisi nel porto,
     825Purchè sia carca
     Di brindisevol merce
     Questa mia barca.
     Su voghiamo,
     Navighiamo,
     830Navighiamo infino a Brindisi: