Pagina:Albertazzi - Il diavolo nell'ampolla, 1918.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
38 il diavolo nell'ampolla


— Non lo so.

— Badate — disse l’altro — che saltin fuori prima di notte, o vi denuncio!

E uscì a rovistare altrove.

— Siamo rovinati! — mormorò Andrea. Ma la madre, guardando a don Fiorenzo:

— Pregherà lui, per noi.

L’Americano, infatti, non osò denunciarli neanche il giorno dopo.

— Mio fratello — pensava — era una gazza; nascondeva tutto. Dove li avrà messi?

— Dove li avrà messi? — si chiedevano a vicenda la vecchia e il figliuolo — . E se non si trovano?

Consultavano trepidanti, l’una le amiche, l’altro gli amici.

— Con sè non li ha presi — diceva Andrea.

E l’Assunta:

— In che rischio ci ha lasciati, se non ci avvia a trovarli!

— Non ve ne mettete — rispondevano amiche e amici — . Male non fare e paura non avere! — Ma tra loro.... Oh tra loro, strizzavan l’occhio e mormoravano: — Se li son presi; e fan bene a tenerseli!