Pagina:Albertazzi - Top, 1922.djvu/269

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Nell'anno XX della Re-So-Eu 267


Eppure i cinque corpi reintegrati in tal modo riposavano così dolcemente! Forse sognavano d’essere a riposar in paradiso, premiati per il loro ideale di monarchia femminile e femminista.

Possibile che la meravigliosa scoperta del dottor Pantìfilo, in conseguenza di una semplice svista degli assistenti, dovesse finire in tal modo, suscitando uno scandalo enorme dagli Urali al Tago, dal Capo Nord a Candia, disonorando l’Europa in America, in Africa, etc.?

No! Bisognava riparare!

E il dottor Pantìfilo (che ingegno!) si mise a sedere, riflettè, si alzò; poi sorrise e disse ai suoi assistenti:

— Io dimostrerò che costoro d’ora innanzi vivranno più contenti di prima!

Infatti egli si era già persuaso che con l’aiuto del caso aveva fatta un’altra, maggiore scoperta; e deliberò di escludere il merito del caso.

Come il Fraternale Governo lo chiamò a render conto dell’errore commesso, egli parlò francamente:

— Fratelli! Ho trovato il mezzo di render davvero felice l’umanità. Avanti la grande rivoluzione, che diede alla società europea l’assetto di cui tutti dovremmo esser lieti, gli uomini parevano soffrire per cause meramente esteriori; stato