Pagina:Alberti, Leon Battista – Opere volgari, Vol. III, 1973 – BEIC 1724974.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ludi rerum mathematicarum 153

passi e l’altro pur dieci. Multiplicate l’un numero nell’altro. Chi annovera dieci per infino a dieci volte arà cento. Adunque sarà cento passi quadrato. Se forse fu dieci per questo e venti per quest’altro, venti volte dieci fa duecento.

Se e’ sarà di tre faccie e uno de’ suoi cantoni sarà pure a squadra, fate così. Pigliate uno de’ lati che termina su il suo cantone del quadro, e annoverate quanti passi egl’è. Poi simile annoverate l’altro lato che simile termina a quel medesimo cantone dello squadro, e come facesti di sopra, multiplicate l’uno nell’altro, e di tutta la somma multiplicata togli la metà, e questo sarà il vostro campo. Verbigrazia, sia l’un lato passi dieci, l’altro pur dieci, farà cento. La metà sarà cinquanta, e così sarà il vostro campo fatto a tre canti. [Fig. 14]


Ludi-mathematici0014.gif

[Fig. 14]


Se ’l campo non sarà di queste due forme dette e pur sarà terminato con linee rette, fate così. Abbiate una squadra grande, e cominciate da uno dei lati quale vi pare più atto, e secondo che vi termina la squadra, dirizzate e’ fili e cavatene tutti e’ quadrangoli, e fate come di sopra multiplicando loro insieme. E simile, se rimane triangoli, fate con la squadra vostra di notare gli angoli retti dividendo dove vi pare il luogo più atto, e accogliete le somme, e starà bene. Qui per darvi qualche similitudine posi essemplo del modo di dividerli. [Fig. 15]


Ludi-mathematici0015.gif

[Fig. 15]