Pagina:Alberti - Della architettura della pittura e della statua, 1782.djvu/26

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

proemio. 4

esaminare, che cosa fusse bellezza: et che bellezza: si convenisse a ciascuno edificio. Et avenga che in tutte queste si trovassero alcuna volta difetti: andammo investigando in che modo si potessino rimediare, o restaurare. Ciascun libro adunque è segnato con il suo titolo, secondo la varietà delle cose: percioche il Primo Libro tratta de’ Disegni, il Secondo della Materia, il Terzo de l’Opera, il Quarto di tutte le Opere in universale, il Quinto delle Opere in particulare, il Sesto de gli Ornamenti, il Settimo de l’adornare gli Edificii sacri, l’Ottavo de l’adornare gli Edificii publici, e secolari, il Nono de l’adornare gli Edificii particolari, e privati, il Decimo della restauratione de gli Edificii, aggiuntoci una varia historia delle acque, et come si trovino, et quello che nelle facende giovi lo Architettore.


Della architettura della pittura e della statua, finalino, 4.jpg

DEL-