Pagina:Alberti - Della architettura della pittura e della statua, 1782.djvu/336

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
314 della pittura

come la maggior parte de le superficie che ci bisognava rapresentarle chiare, et splendenti, appariscano a riguardanti oscure; et alcune altre che forse doveriano esser più adombrate, ci si mostrano più luminose. Gli altri ornamenti de maestri che si aggiungano alla Pittura, come sono le colonne, le base, et le cornici che se li fanno atorno di Scoltura, non biasimerò io, se elle non che altro saranno di argento o di oro massiccio, o almanco molto pulito. Imperoche una perfetta, et ben condotta historia, sarà degnissima pe gli adornamenti de le gemme. Insino a qui habbiamo brevissimamente dato fine alle tre parti de la Pittura. Noi habbiam trattato del disegno de le superficie minori, et maggiori. Habbiam detto del componimento de membri et de corpi, et de colori ancora quel tanto che habbia giudicato appartenesi all’uso del Pittore. Essi adunque dichiarata tutta la Pittura, la quale habbiam detto di sopra che consiste in queste tre cose, nel disegno, nel componimento, et nel ricevimento de lumi.


Della architettura della pittura e della statua, finalino, 314.jpg

DELLA