Pagina:Albini - Le nostre fanciulle.djvu/81

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Ore gaie 39

nire delle nostre figliole, perchè le vediamo attive, occupate di studi seri e di opere buone e belle; perchè le vediamo desiderose di sviluppare nobilmente la loro propria personalità e armate di una simpatica e dignitosa fierezza contro ogni volgarità o vanità, proviamo però momenti di dolore pensando quanta maggior allegrezza e ottimismo era in noi fanciulle, e vorremmo per voi, per noi, per le famiglie che avrete un giorno, vedervi più liete.

L’ottimismo e il buonumore giovanile non si spengono mai malgrado dolori o disinganni, e lo spirito si mantiene sempre giovane in chi fu allegro da fanciullo: le buone risate, i ricordi lieti di sani divertimenti goduti in giovinezza, preparano la buona provvista di serenità per la malattia e la vecchiaia.

Alcune fanciulle sono oggi troppo serie, troppo aliene da tutto ciò che è godimento. L’austerità, come la malinconia, ha il suo fascino — fascino pericoloso, che chiude a poco a poco le anime in un’intransigenza presuntuosa ed egoista, e attutisce le sensibilità più preziose.

Voi dovete avere almeno un’ora gaia ogni

Ore gaie 39