Pagina:Alcune lettere delle cose del Giappone. Dell'anno 1579. insino al 1581, 1584.djvu/146

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

i 44 LETTERA (Ire o conine come leyogliamo chiamare. Ma 7p honanga più de tutti, & con più garbo e legìadria. Durò lafeflafin alle quattro bori dopa mefi^ogior no. ’blgyi potrei mai raccòtare le ricchezzefaune, fr i’altre cofe chevifurono perchè tolto, i broccati, &-velluti che qui no fono fi belli come i nefìri, tutto il refìo era bellifiimo. Vficeuano nel gioco tanti per parte, quando dodecUquando più, quando meno, <ÙT yerfio il fine tutti infame a capo aperto, ^ccrefeeua la bellóna lo fplendor falle yefiti per coffe da i ragi del fole: p acciànon tejìajje la ficàia otiofia nel nte’% <%o del giuoco. Hobmangj. per mutar yefih Cj infiegne con grande rnaefià /montato da cavallo fi pofe a (eder in offa-, e di «homo anco alfine della fefia. Di ciò li Chnfiiani riceuerono grande allegrezza per ejjery>cnuta di fi lontano paefe in fi buone mani, in yna fi bella occafione: tnafiime ((fendo quiui tanta gente di tanfi diuerfi regni, che per tutto fi raggioriera delfauore che TSlobonanga dimofira a Chnflia vi, Ù particolarmente a ncftri., Uteri il fiuo figlio fecondo genito Jetto Xenxicbifionogiouane di grande efipettattione-,yene accedere U V. yifitatore,alquale fò tale merenda che pareva ChrifiianoveccbioJll Vadagli andò incontro v» pe^ofuora ài cafa. Hon hoyiflo ancora perfiona piucortefe di lui eccetto Saqumador.o, e dice che yuol effere Chrifilano. Dio Kl^S. lo illumini,e conficr mi nel firn fimo propofito.Hoggi fi è partito ’Hofiuvanga yerfio jln^acch^ama. Domani partirà il T. Vifitatoreetcet. COPIA